Celebrazione della ricorrenza dell’8 settembre 1943.

Cari Colleghi,
nel 77° anniversario dell’8 settembre, pur condizionati dalle severe norme sanitarie, con il silenzio dei discorsi ufficiali alla cerimonia presso il monumento in onore degli 87.000 caduti, ricordiamo e onoriamo il valore dei nostri militari impegnati nella difesa di Roma, i Granatieri di Sardegna, i Lancieri di Montebello, i Carabinieri a Porta San Paolo della periferia di Roma a Monterotondo, insieme a tanti civili caduti a fianco dei nostri soldati.
Ricordiamo e onoriamo la Medaglia d’Oro al Valor Militare conferita al primo caduto nella lotta contro tedeschi il Generale Ferrante Gonzaga del Vodice trucidato l’8 settembre, un’ora dopo l’annuncio dell’Armistizio da parte del Maresciallo Badoglio, perchè si era rifiutato di arrendersi con la sua Divisone costiera.


Come sempre ricordiamo ed onoriamo i combattenti della Resistenza militare in Italia, nell’Egeo, nei Balcani.
Celebrato a Roma l’anniversario del primo scontro della Resistenza, ci incontreremo per ricordare la prima battaglia della Guerra di Liberazione, dopo il nostro accordo di cobelligeranza con gli alleati: la battaglia di Mignano Montelungo l’8 e il 16 dicembre 1943, combattuta dal Primo Raggruppamento Motorizzato.
In queste rievocazioni ricordiamo le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha chiesto ai combattenti di “accompagnare i giovani verso una maggiore consapevolezza di quei valori dl libertà e democrazia, scaturiti dalla lotta di Liberazione e oggi incarnati nella Costituzione”. Un monito che è stato ed è oggi la ragion d’essere del nostro sodalizio.
Un cordiale saluto a tutti i Collegi e alle loro famiglie.